• 17/7: ATO Acqua, per avere acqua buona, abbondante e a costi corretti dal nostro rubinetto

    Alle 8 ricevo il giuramento come Guardia ambientale da parte di Elio Costa, che dal 1986 svolge questa attività come volontario. Con Reinero vediamo una pratica urbanistica, quindi passa a salutarmi Domenico Dogliani, con il quale facciamo il punto sui lavori in corso al Palazzetto dello Sport. Con Isu decidiamo la convocazione prossima della Commissione Sicurezza.

    Verso le 9.30 prende il via una lunga riunione del Comitato Tecnico di ATO Acqua, che dura fino alla mezza. Oltre ad approvare il Bilancio 2017 dell’ente, prendiamo provvedimenti importanti per snellire, in accordo con la Regione, le modalità di utilizzo dell’8% dei proventi acqua destinati ad opere idriche nelle zone montane. Il cuore della riunione è la consegna ufficiale, da parte delle ditte Hydrodata e Synlock, del poderoso documento del Piano trentennale d’Ambito, comprensivo della parte economico-finanziaria e del modello organizzativo. L’intenzione è portarlo alla discussione e all’approvazione da parte della Conferenza d’Ambito prima della pausa estiva, di modo che possa iniziare il suo iter fra i vari enti che lo devono vagliare, con l’obbiettivo di averlo definitivo entro novembre. Entro metà settembre verrà anche convocata l’Assemblea plenaria dei Sindaci della provincia, per discutere delle future modalità di gestione del servizio. Mi scuso per questa lunga spiegazione, ma vorrei fosse chiaro quanto lavoro comporta la mia presidenza di ATO Acqua e quanto sia fondamentale per garantire acqua buona, abbondante ed a costi corretti, che ogni giorno sgorga semplicemente aprendo il rubinetto a casa propria!

    In mattinata i bambini (3-5 anni) della nostra Estate Ragazzi, accompagnati da assistenti e volontari, sono venuti in via Cavour con le loro piccole biciclette, dove li ha salutati Cravero (foto): un momento molto simpatico ed educativo!

     

    Alle 16 celebro il matrimonio fra Neredva e Giuseppe, quindi con Reinero incontriamo un operatore per una pratica urbanistica complessa. Ancora quattro brevi incontri prima di chiudere questa giornata infinita: con Fissore per questioni del Personale; con Ferrero, Astegiano e Bergesio per approfondire i lavori alla stazione ed altro sul trasporto locale; con Bergesio, che mi racconta della propria importante esperienza al master appena concluso; con Sara Cravero sui rifiuti.

    Alle 21 Fogliato si reca ad Alba per la celebrazione dei 200 anni della Diocesi.

    Un grazie di cuore ai bambini della scuola Mosca che mi hanno fatto dono di alcune ottime zucchine dell’orto didattico, tramite il loro ‘nonno aiutante’ Dino Testa.

    Vivissime condoglianze alla famiglia per la scomparsa di Domenico Clerico, uno dei grandi e storici produttori di vino delle nostre Langhe: una persona che, pur interpretando appieno i tempi nuovi della nostra viticoltura, tanto apprezzata ovunque nel mondo, ha saputo mantenere quel suo modo di essere sempre legato al duro lavoro del vignaiolo. Grazie Domenico!