Navigation

_DAV8745Bruna Sibille è nata nel 1950 a Bra, dove vive da sempre. Si laurea nel 1973 (lavorando durante gli studi) presso la facoltà di Economia e commercio di Torino. Inizia ad insegnare Ragioneria presso l’IPC Mucci e successivamente presso l’ITC Guala.

Dopo il suo impegno sociale con l’Azione Cattolica femminile di Bra e come animatrice dell’Oratorio di S. Andrea, inizia il suo impegno politico, divenendo consigliere comunale nel 1981. Nel 1995 riceve l’onorificenza di Cavaliere della Repubblica.

Dal 1999 al 2004 ha ricoperto la carica di vicesindaco di Bra, con deleghe allo sport, turismo e manifestazioni.

Dal 2005 ad inizio 2009 è assessore regionale, nella giunta guidata da Mercedes Bresso, alla Montagna, Opere pubbliche e Difesa del suolo. Da maggio 2008 è presidente dell’AIPO (Agenzia Interregionale per il fiume Po). Fra le maggiori realizzazioni, la riforma delle Comunità montane (ridotte da 48 a 22), la legge sul tartufo e soprattutto la nuova legge forestale. Molto apprezzamento hanno riscontrato i suoi interventi a favore dei piccoli Comuni e la gestione dell’alluvione del maggio 2008.

Immagine 058 Immagine 370 P2240111

Nel gennaio 2009 decide di candidarsi a sindaco della città di Bra, rinunciando alla carica di assessore regionale: nel giugno 2009 risulta vincitrice delle elezioni comunali ed eletta a sindaco.

Nel 2012 assume il ruolo di vicepresidente dell’ATO Acqua, l’organismo che governa il ciclo idrico a livello dell’intera provincia. Nel 2013 viene eletta presidente del CAL, il Consiglio delle Autonomie Locali del Piemonte (per entrambi gli organismi non percepisce nessun compenso).

E’ iscritta al circolo territoriale braidese del Partito Democratico.

Al suo impegno politico si è sempre accompagnato un corrispondente impegno sociale:

  • Nel 1988 contribuisce alla creazione della sezione braidese della LISM, ora VISM (Volontari Italiani Sclerosi Multipla).
  • Nel 1989 partecipa alla fondazione della Croce Rossa braidese, in cui ha rivestito la carica di presidente del gruppo femminile.
  • Nel 1990 lancia la popolare corsa cittadina SuperstraBra.
  • Nel 1992 fonda il Comitato per gli aiuti alle popolazioni della ex-Jugoslavia; esso si trasforma poi in Comitato Amici Bambini di Chernobyl, ospitando a Bra centinaia di bambini per soggiorni di vacanze e cura.
  • Dalla primavera 2003 opera con la sezione braidese dell’AIDO (Associazione Italiana Donatori Organi), prima come presidente e poi nel direttivo.
  • Ha lavorato come responsabile dell’ospitalità nella prima edizione di Terra Madre (2004).
  • Fa parte del Panathlon Club Bra e dell’Ordine dei Cavalieri di San Michele del Roero, è socia della condotta Slow Food di Bra.

noiE’ sposata dal 1977 con Ugo Minini, ingegnere che svolge l’attività di consulente informatico (non ha mai lavorato con nessuna azienda braidese). Il figlio Stefano (classe 1984) si è  laureato nel 2009 in Ingegneria Civile al Politecnico di Torino ed attualmente lavora a Londra in una società che si occupa di trasporto ferroviario.

Abita dal 1984 in un condominio costruito in cooperativa in via Mucci 4. Non possiede altri immobili, salvo l’alloggio braidese lasciatole dal padre in comproprietà con la sorella.

Le sue passioni sono la bicicletta, cucinare, le gite in montagna. Ha raggiunto i 5000 amici su Facebook ed ha 750 follower su Twitter.

 

P4290005 BrunaGiunta_MG_4549 P1260040 Immagine 009 Immagine 126  famiglia1 Immagine 013 foto_bruna P2240111 Lubich  foto transumanza da pubblicare