• 1-7/3: la prima settimana di marzo, in evidenza WAB e ‘9 Miglia’

    Una sintesi delle mie principali attività in questo inizio di marzo: le elezioni politiche non ci distolgono dal continuare a lavorare ogni giorno per la città.

    Giovedì 1 ricevo una persona che lamenta lo scarso funzionamento dei servizi igienici della stazione e di quelli di piazza Giolitti. Inoltre con Messa incontriamo un ingegnere della Provincia e un funzionario di SCR per parlare dei prossimi lavori alla rotonda di via Cherasco. Prima delle 15 parto per Roma.

    Venerdì 2 sono a Roma per seguire alcune pratiche presso enti pubblici. A Bra alle 17 si svolge la bella cerimonia di inaugurazione di WAB (Women Art Bra), la biennale della creatività femminile che in questa seconda edizione raccoglie un altro lusinghiero successo con 143 espositrici provenienti da 16 regioni italiane (foto). Un grazie di cuore a tutte le organizzatrici della Consulta Pari Opportunità ed in particolare alla presidente Agata Comandè e a Mauro del nostro efficiente Ufficio turistico.

    Sabato 3 al mattino incontro una persona per un grave problema di socioassistenza, quindi con Luigi Ferraro, presidente dell’associazione Amici di Daniela, parliamo dell’evoluzione dei lavori alla nostra Colonia marina di Laigueglia, dove una parte della struttura sarà dedicata all’accoglienza di disabili gravissimi. Un’iniziativa di enorme valore sociale della quale ringraziamo l’associazione.

    Domenica 4 alle 9.30 Borrelli dà il via alla corsa 9 Miglia dell’Atletica Avis. Nonostante freddo e nebbia partono in tanti, alle 11.30 con Borrelli facciamo le premiazioni degli impavidi atleti.

    Lunedì 5 alle 9.30 e alle 11.30 si svolgono due Conferenze dei servizi per l’ampliamento di attività produttive piuttosto importanti, cosa di cui sono molto contenta. Alle Conferenze partecipano, oltre a me a ai tecnici comunali, rappresentanti di Regione, Provincia, Arpa Piemonte ed i titolari delle aziende. Alle 17 ricevo un progettista per una pratica urbanistica.

    Martedì 6

    Alle 7.30 con Smareglia parliamo della nuova organizzazione della socioassistenza che decorrerà dal 1° luglio, mediante una convenzione degli 11 Comuni del distretto sociosanitario (ma senza più la presenza diretta dell’ASL). Segue la riunione di giunta, in cui deliberiamo fra l’altro l’adesione alla rete regionale dei centri antiviolenza, la cooperazione con l’associazione Mosaico per la Scuola di Pace, il piano di assegnazione del personale alle varie unità operative.  Alle 11.15 parto per Cuneo, dove incontro il presidente della Fondazione CRC Genta per alcune richieste di finanziamento e per questioni di ATO Acqua.

    Alle 16.30 con Chianese parliamo del prossimo Consiglio comunale, quindi faccio l’incontro con i sindaci di Sanfrè, Cherasco e Pocapaglia in vista della Conferenza d’Ambito di ATO Acqua di giovedì. Infine con Bailo parliamo di una piccola azienda che subisce una crisi.

    Mercoledì 7

    Al mattino vado a prendere in ospedale Ugo che ha avuto un piccolo problema.Alle 9 Borrelli conferisce 4 cittadinanze: a due signori marocchini, ad una signora brasiliana ed una albanese.

    Alle 11 si svolge un lungo e approfondito sopralluogo per definire i dettagli della sistemazione della rotonda di via Cherasco, dato che è imminente l’avvio dei lavori tanto attesi sulla Bra-Cherasco (che inizieranno dalla salita del Bergoglio): partecipano Ferrero, Ramello ed altri tecnici, SCR, Provincia e RFI.

    Alle 16 ricevo un operatore per una pratica urbanistica relativa ad una azienda, quindi con Borrelli incontriamo una persona che ci fa un’interessante proposta per il prossimo Natale. Dalle 18 alle 20 passate si tiene la Conferenza dei capigruppo dedicata alla mia llustrazione del Piano d’Ambito di ATO Acqua.