• 5/12: Alba e Bra, lo stop parziale del traffico per le polveri sottili

    Alle 8 con Ramello vediamo i prossimi incontri per ATO Acqua, quindi conferisco la cittadinanza ad un ragazzo albanese e ad una signora marocchina. Con Ciceri facciamo il  punto sui prossimi bandi in scadenza, poi parlo con Cravero dell’andamento delle serate informative sulla raccolta rifiuti, che stanno riscontrando un afflusso di cittadino davvero importante. Incontro una persona per lavoro, quindi l’arch. Valmaggi della Sovraintendenza passa a salutarmi, essendo qui per un sopralluogo sulla riqualificazione di Sant’Andrea.

    Alle 16 parlo con Grillo e Ramello della gestione delle caditoie, poi ricevo un professionista per urbanistica. Alle 18 all’auditorium Arpino Cravero conduce la serata informativa sulla raccolta rifiuti, per i quartieri di Fey, La Bassa e Conca d’oro: anche stasera c’è la cospicua partecipazione di circa 250 persone.

    Durante la giornata mi sento più volte con il sindaco di Alba Marello per definire un comportamento comune sugli stop al traffico a causa del superamento delle soglie previste (dalla centralina di Asti…) per l’nquinamento da polveri sottili. Telefono anche all’assessore regionale all’Ambiente Valmaggia, al quale evidenzio il nostro malcontento perchè solamente le nostre due città hanno questa penalizzazione sul traffico in tutta la provincia, nonostante i rilevamenti sulle nostre due centraline locali registrino (fino a tutto il 25/11) una situazione molto positiva. Faccio notare ancora che la decisione sulle soglie che attivano i blocchi non sono solamente piemontesi, ma sono concordate e comuni fra le 4 Regioni della pianura padana (indipendentemente dal colore politico), che risulta fra i bacini più inquinati dell’intera Europa (immagine).

    Condoglianze vivissime alla famiglia Brillante per la scomparsa di Francesco, che era anche nostro vicino di casa.