• 11-12/2: l’avvio dell’Alzheimer Cafè, la nuova convenzione per la gestione del Macello e altro ancora

    Lunedì 11

    Dopo quattro incontri di inizio settimana, passa a salutarmi (e a portarmi la tessera 2019) Stefano Milanesio, presidente locale dell’Anioc, che ringrazio per il suo impegno. Con Fogliato sono poi alla messa dell’Avo (volontari ospedalieri) che si celebra presso la cappella dell’ospedale. Alle 16 faccio due riunioni per urbanistica, quindi incontro Massimo Vuerich con cui facciamo il punto sulle attività dei volontari braidesi della Protezione civile.

    Martedì 12

    Dopo un incontro con Borrelli per questioni del turismo, si svolge fino a mezzogiorno una densa riunione di giunta: fra molte altre cose, deliberiamo l’adesione al sistema dei pagamenti pubblici detto PagoPA, la cooperazione con l’associazione Mosaico per la Scuola di Pace, il progetto di fattibilità per la manutenzione straordinaria delle strade 2019.

    Interrompiamo la riunione di giunta prima per ricevere i bambini della scuola Collodi (piazza Valfrè), che fra l’altro ci portano una poesia che modifica quella di Rodari sulle strade adattandola alle vie braidesi (foto).

    Poi per la firma dell’importante convenzione con l’associazione Macellai braidesi, presieduta da Masino Testa, per la gestione pluriennale del nostro storico Macello: siamo veramente contenti di questo risultato, che ‘mette in sicurezza’ una gestione che garantisce l’alta qualità e i rigorosi controlli cui è sottoposta la nostra rinomata carne. A mezzogiorno altra riunione con commerciati e artigiani per la Fiera di Pasqua.

    Alle 15, con i presidenti delle Commissioni Sanità Mauro Fontana (coordinatore del progetto) e Socioassistenza Maria Milazzo e il presidente dell’associazione La Cordata Dino Testa, presentiamo alla stampa e ai cittadini il progetto dell’Alzheimer Cafè, che partirà il 1° marzo presso i locali del Centro di incontro Anziani, che ringrazio per la disponibilità. Vi opereranno due assistenti sociali e dei volontari, fra i quali l’amica Luigia Capponi, la quale mi diede l’idea qualche anno fa. Grazie anche a Smareglia senza il quale il progetto non si sarebbe concretizzato in tempi rapidi. E’ una soddisfazione per tutta l’amministrazione, e in particolare per me e l’assessore all’Assistenza Fogliato, aver realizzato questo pezzo importante del nostro programma, che dimostra ancora una volta l’elevata qualità dei nostri servizi socioassistenziali. A seguire ho ancora due incontri in questa produttiva giornata lavorativa.

    I risultati che giungono a conclusione della raccolta dell’indifferenziata di questi due giorni sono molto positivi: le anomalie (che non hanno bloccato la raccolta ma solamente prodotto un avviso) sono calate verticalmente dalla settimana precedente, mostrando un servizio che sta andando a regime. Rimangono certamente molti problemi particolari, che saranno affrontati appena possibile: ma voglio qui ringraziare la cittadinanza che ha risposto bene alla sfida che viene posta dalle nuove modalità di raccolta. C’è qualcuno che abbandona dei sacchi in luoghi impensati, come davanti al Movicentro, non sappiamo dire se per incuria o deliberata provocazione: a costoro dico che i cittadini meritano maggior rispetto, perchè sono loro che pagano la pulizia.