• 25-26/2: presto operativa la fusione della Fondazione CRB con la Fondazione CRC

    Lunedì 25

    Alle 8 si tiene il Consiglio comunale dei Ragazzi, nel centro di aggregazione giovanile Grooving Factory di via Brizio, dedicato ai temi dell’inclusione e dell’accessibilità, cui partecipano Cornaglia e Fogliato (foto). Io dedico l’intera mattinata ad una serie di incontri: con Ramello su ATO Acqua, con una persona per lavoro, con Fissore per una tomba del cimitero, con Tealdi per una pratica urbanistica. A seguire con Domenico Dogliani parliamo del Palazzetto dello Sport, quindi passa a salutarmi l’amico Dino Testa (ex-bancario) ed infine la persona che ha il problema per la tomba di cui ho detto sopra.

    Alle 16.30 insieme a Donatella Vigna parliamo del processo di fusione con la Fondazione CRC: il MEF ha dato parere favorevole e l’11 marzo ci sarà la firma ufficiale. A seguire partiamo insieme per Cuneo, dove incontriamo il presidente della Fondazione CRC Giandomenico Genta per definire questo passaggio: se esso potrebbe rappresentare in qualche modo una ‘perdita di immagine’ per la nostra città, a conti economici fatti costituisce invece per Bra un fatto altamente positivo, che mi vanto di lasciare in eredità a chi prenderà il mio posto con le elezioni di fine maggio.

    Martedì 26

    Prima delle 8.30 sono alla rotonda di Roreto del Bergoglio, dove insieme ad una cinquantina di sindaci facciamo la manifestazione per lo sblocco della conclusione dei lavori dell’Asti-Cuneo. Non ripeto qui un discorso già lungamente fatto su tutti i media, dico solo che da Toninelli non vogliamo assicurazioni fumose e prive di qualsiasi tempificazione (sono cinque mesi che già le aspettiamo dall’incontro avuto a Roma), ma un impegno continuativo per lo sblocco, nell’ipotesi che la sua proposta ‘alternativa’ a quella di Delrio non si riveli solo l’ennesima chiacchiera dilatoria come abbiamo visto finora. Sottolineo la grande presenza alla manifestazione sia della giunta braidese, quasi al completo, e di decine di cittadini della città.

    Per le 10 torno in Comune per la riunione di giunta, in cui approviamo l’intervento congiunto fra Il Comune e Slow Food per la tutela della biodiversità agricola nel Benin; il protocollo per il progetto della socioassistenza per la ‘vita autonoma’ dei disabili; le dotazioni aggiuntive della raccolta rifiuti per le associazioni e per le manifestazioni; il protocollo di intesa per la difesa fluviale sul Tanaro; e molte altre delibere ordinarie.

    Alle 16.30 parlo con Chianese del prossimo Consiglio comunale, ricevo una persona per urbanistica, incontro alcuni sindaci per ATO Acqua e infine con Cravero facciamo il punto sulla raccolta rifiuti. Dopo la terza settimana di raccolta, le pesate della differenziata segnalano una riduzione del 54%, al di là di ogni previsione, con solamente 12 (dodici) anomalie rilevate su circa 13.000 utenze. Adesso dedichiamo la nostra attenzione alla soluzione di casi particolari e ad un attento controllo dei passaggi di raccolta in tutte le vie; inoltre abbiamo concordato con la ditta un’azione straordinaria di pulizia nelle vie di campagna in cui i maleducati-criminali (scegliete voi che termine usare) scaricano abusivamente i loro rifiuti. Invito ancora tutti i cittadini a riferire subito alla Polizia municipale casi di abbandono cui abbiano assistito.