• 30-31/1: grazie a Mariarosa Cappelletti e a tutti gli attivisti del gruppo ‘Sei di Bra se…’

    Martedì 30

    Alle 8.30 parto per Torino, dove si svolge l’Assemblee Piemontese dell’Anci, un momento importante di verifica di quanto in questi anni si è ottenuto dal governo centrale: dal 2016 sono stati fermati i tagli e sono ripresi (lentamente) i finanziamenti, in particolare per la socioassistenza. Alle 11 Fogliato e Messa incontrano gli Artigiani e le categorie economiche per avviare la prossima Fiera di Pasqua.

    Alle 14.30 facciamo la riunione di giunta, dove fra l’altro approviamo il Piano annuale anticorruzione e la convenzione per il proseguimento della presenza in Comune dell’Agenzia delle Entrate; inoltre discutiamo del prossimo Consiglio comunale e dell’organizzazione della Fiera di Pasqua. In una pausa riceviamo Mariarosa Cappelletti (foto): ringraziamo di cuore lei e per il suo tramite i tanti che in questi anni hanno collaborato con la vivace associazione Sei di Bra se… Il segno più tangibile del loro lavoro sono le vecchie fotografie (dono di Giampiero Ciancia) piazzate in diversi punti di Bra per illustrare il volto passato della città.

    Alle 18 saluto con riconoscenza Gianfranco Carosso, dipendente della Biblioteca che è arrivato alla pensione. E’ nato il piccolo Francesco: felicitazioni vivissime ai genitori Federica e Pierluigi e agli zii Milena e Massimo Borelli.

    Purtroppo oggi mi arriva la notizia della scomparsa di don Ferrero, prete-simbolo della nostra giovinezza, poi parroco nel Torinese. Una grande persona che in tanti a Bra ricordano, nonostante i molti anni passati dai tempi di Pian del Re, di Punta Roma e di Sampeyre.

    Mercoledì 31

    Alle 8.30 ricevo un imprenditore che richiede supporto per una pratica relativa alla cassa integrazione, quindi incontro una persona per lavoro. Alle 9 Borrelli conferisce tre cittadinanze, a due signore e ad un signore marocchini.

    Alle 9.15 parto per Cuneo: presso la sede ATO Acqua con il direttore ing. Giuliano incontriamo Confindustria per approfondire le loro osservazioni al Piano d’Ambito in itinere. Il direttore risponde con precisione e richiamando gli obblighi di legge ai rilievi che arrivano dai tecnici incaricati dall’associazione imprenditoriale. Stamattina anche Fogliato è a Cuneo: in Prefettura per uno dei periodici incontri sull’accoglienza e relativa gestione per i richiedenti asilo.

    Verso le 13 passo per una breve sosta a casa, poi alle 14 con l’ing. Sandrone e Ferrero vediamo una pratica urbanistica. Proseguo con uno scambio di idee con Antonella Marengo dell’Economato che, con nostro dispiacere, ci lascia per un altro Comune a seguito di un concorso da lei vinto: auguri per il suo futuro. Alle 18 faccio ancora un incontro con Mariano e Rolfo per l’automezzo dei Vigili del Fuoco.

    Nel pomeriggio Fogliato interviene alla presentazione degli interventi che gli studenti di tre scuole (Liceo, Mucci e Cnos Salesiano) faranno a sostegno della raccolta fondi via crowfunding per i tre progetti sociali lanciati dal Comune: grazie a loro per la bella iniziativa di sensibilizzazione della popolazione!

    Condoglianze a Franco Burdese e a tutta la famiglia per la scomparsa della mamma.

    Pubblico anche una foto del Consiglio comunale dei Ragazzi, che stanno lavorando per la Mobilità sostenibile.

  • 26-29/2: anche a Bra gli eventi per la Giornata della Memoria

    Venerdì 26

    Alle 8 con il rag. Merlino parliamo di bilancio e del prossimo conto consuntivo, quindi con Borrelli vediamo l’impostazione di prossime manifestazioni. Con Grillo esaminiamo una questione di carattere fiscale e gli consegno il materiale preso all’Assemblea Anci della scorsa settimana. Con Chianese programmiamo le pratiche da vedere la prossima settimana,  quindi chiudo la mattinata ricevendo una persona per un problema socioassistenziale.

    Alle 15 teniamo a Bra la riunione del Comitato Tecnico di ATO Acqua: portiamo in esame le risposte (preparate da Hydrodata e dal Direttore) alla quarantina di osservazioni pervenute sul Piano d’Ambito trentennale adottato a fine 2017. Un confronto tecnico molto produttivo, che continuerà con due appuntamenti, il 5 e il 7 febbraio, in cui le risposte (che accolgono, in tutto o in parte, oppure rigettano le osservazioni pervenute) verranno votate singolarmente dalla Conferenza d’Ambito. Un altro passo importante e complesso, che ci fa procedere verso il rispetto delle scadenze di legge sul Piano d’Ambito, sulle quali non intendo in nessun modo soprassedere.

    Sabato 27

    Alle 8.30 faccio un incontro per il nuovo automezzo dei Vigili del Fuoco, quindi alle 10 con Conterno parliamo della prossima riunione dei Capigruppo di lunedì. A seguire vado a trovare mia mamma per il suo onomastico.

    Oggi si svolge anche la raccolta benefica per l’AIRC con la tradizionale vendita delle arance, che vanno esaurite già in mattinata: Ugo le compra per me che non riesco a passare (e me ne scuso).

    Fogliato, Conterno e Messa si recano ai Salesiani per la cerimonia di consegna dei diplomi agli studenti. Alle 12.30 li raggiungo per partecipare insieme all’annuale pranzo dell’Istituto Salesiano, al quale sono invitati gli amministratori, tutti i sacerdoti braidesi e coloro che collaborano attivamente con questa scuola.

    Nel pomeriggio il cinema Impero ed il cinema Vittoria ospitano in successione due film dedicati alla Giornata della Memoria, cui partecipano oltre cento persone ciascuno, con la presentazione di Bailo e Isu. Io prendo il pomeriggio di riposo, faccio solo un salto nella sede PD dove Ugo ed altri hanno iniziato la distribuzione dell’opuscolo per le elezioni, realizzato dal circolo di Bra anche con la mia partecipazione: invito tutti a passare a ritirarlo negli orari previsti.

    Domenica 28

    Un altro appuntamento per la Giornata della Memoria, promosso anch’esso dal Comune: il trasferimento in pullman a Cherasco per la visita della Sinagoga ebraica, cui partecipo con Ugo. Si tratta di un monumento storico che è stato recentemente recuperato, quindi con l’accompagnamento di una brava guida la visita è veramente interessante (foto). In mattinata Messa e Fogliato sono alla messa ai Salesiani per la ricorrenza di San Giovanni Bosco.

    Oggi vengono ufficializzate le candidature alle elezioni del 4/3 per il Partito Democratico. A Bra siamo molto contenti per la candidatura di Massimo Borrelli, al quale assicuro tutto il mio impegno, come d’altronde fa compattamente il circolo braidese. Gli altri candidati della provincia sono: Chiara Gribaudo, Mino Taricco, Francesco Balocco e Marta Giovannini; la coalizione che fa riferimento al PD presenta anche il viceministro uscente Andrea Olivero. Un squadra giovane, formata da gente competente che merita davvero di essere preferita per quanto può fare per la nostra provincia (foto).

    Lunedì 29

    Alle 8.30 sono in ospedale per la mia terapia, quindi alle 9.30 in Comune vedo con Chianese le scadenze del prossimo Consiglio comunale. Incontro Valter Manzone, con cui parliamo della prossima sessione in comune dell’alternanza scuola-lavoro con i ragazzi dei Salesiani. Parlo ancora con Ferrero di varie questioni del tpl.

    Verso alle 17 passa a salutarmi il presidente CRB Franco Guida, con cui scambiamo qualche punto di vista.  Con Bailo e Chianese parliamo di questioni relative ai nostri musei, quindi ricevo una persona per una pratica di tipo fiscale. Alle 18 si tiene la Conferenza dei capigruppo, alla quale partecipo insieme a Fogliato e Bailo: fissiamo il prossimo Consiglio comunale per il 15/2, io riferisco la situazione di due aziende con problemi (Olicar e Siecab), infine decidiamo l’intitolazione della sala ‘nobile’ di Palazzo Mathis alla memoria del sindaco Degioannini.

    Condoglianze vivissime a Franco Burdese e alla famiglia per la scomparsa della mamma. Condoglianze anche alla famiglia Canavero per la prematura scomparsa di Daniele.

  • 24-25/1: inaugurazione della nuova stazione, il mio intervento

    Mercoledì 24

    Alle 8 ricevo un professionista per urbanistica e poi una persona per mobilità lavorativa. Alle 9 Borrelli conferisce quattro cittadinanze, tutte a persone di origine albanese. Io incontro Marco Ellena, presidente della Commissione Urbanistica, con il quale definiamo la data di una prossima riunione. Con Cravero facciamo approfondimenti sull’attuale gestione dei rifiuti.

    Fogliato si reca ad Alba per l’inaugurazione del progetto Display, dedicato a contrastare il crescente fenomeno della dipendenza da nuove tecnologie nei giovani (e non solo): esso è promosso da molti Comuni e dall’ASL, con il contributo della Fondazione CRC. Con Chianese incontriamo una signora che ci pone dei problemi relativi ad un dehors, quindi con lui definiamo alcuni aspetti per la riunione del Comitato tecnico di ATO Acqua che si terrà venerdì.

    Al proposito, oggi compare un articolo su La Stampa, in cui pongo dei punti fermi rispetto ad alcune richieste insensate arrivate da Confindustria, in relazione alla proroga fino al 2026 (!) del Piano d’ambito. E’ stupefacente sentire da Confindustria che non c’è fretta, e l’esplicito invito ad un ente pubblico a prendersela con calma: non mi farò certo commissariare per inadempienza rispetto a precise scadenze di legge.

    Ancora tre incontri: con un tecnico per una pratica urbanistica, con una persona per mobilità lavorativa, con Roberto Rolfo per il nuovo automezzo dei Vigili del Fuoco.

    Giovedì 25

    Alle 8.30 inizio con quattro incontri: una persona per lavoro, un professionista per urbanistica, Chianese per preparare gli incontri con RFI, un altro tecnico per urbanistica. Passa quindi l’amico Nino Dutto, che mi porta la tessera annuale rinnovata di SOS Bra chiama Bra.

    Alle 11 insieme a tutta la giunta e al consigliere delegato Ferrero siamo all’inaugurazione della rinnovata stazione ferroviaria, con la presenza dell’ing. Grassi di RFI e di tanti cittadini interessati, in primo luogo ex-ferrovieri (foto). Siccome è già stato detto tanto, mi limito a riportare in fondo al post il mio intervento iniziale. Alle 12.30 facciamo una riunione per esplorare la possibilità di un prossimo lavoro di copertura dei binari in via Vittorio Veneto.

    Alle 15 Borrelli celebra il matrimonio di Gloria e Davide. Alle 16 con Messa e Ramello incontriamo il geom. Farinasso per esaminare alcune questioni sui rii braidesi. Incontro una persona per lavoro, quindi alle 17.30 con Roberto Rolfo incontriamo i Vigili del Fuoco per il nuovo automezzo. Infine con Ferrero e Messa ragioniamo sui lavori presso la stazione che prevedono ancora un intervento significativo da parte di RFI.

    ______________________________________________________

    L’inaugurazione di questa mattina ha molti significati. Il primo, il più evidente, è il completamento di un’opera che fornisce nuovi servizi agli utenti della ferrovia. Nuovi servizi e un ambiente bello e moderno: perché anche il bello vogliono gli utenti, eravamo tutti stufi di ambienti stantii e un po’ polverosi. Ma sui servizi parlerà l’ingegnere, io sottolineo solamente il grande progresso che fa l’accessibilità, che si riferisce non solamente ai portatori di disabilità, ma all’anziano, alla mamma con passeggino, al ragazzo che ha una gamba fasciata. Per questo aspetto ringrazio le FFSS e, per quanto riguarda il Comune, il consigliere delegato Pietro Ferrero, infaticabile sollecitatore che porta a casa i risultati.

    Il secondo significato è che, da oggi, la nostra città ha un monumento storico in più. La stazione ferroviaria è stata restaurata con una cura e una meticolosità che la riporta alle origini di circa 170 anni fa. Invito tutti ad osservarla venendoci una volta di sera, quando il traffico automobilistico ed il rumore sono scemati: un incanto, sembra un’antica villa padronale. Un grazie vivissimo alla Sovraintendenza che ha collaborato con le FFSS per arrivare a questo risultato, in particolare alla dott.ssa Valmaggi.

    Il terzo significato è legato alla considerazione che questa iniziativa non nasce sotto un cavolo, non si tratta di una favore speciale che le FFSS hanno fatto a Bra: c’è un piano nazionale per la riqualificazione delle stazioni, diretta conseguenza del Piano del ministro delle infrastrutture Graziano Delrio, che lui chiama ‘la Cura del Ferro’: 30 miliardi in 15 anni per la rete ferroviaria e il trasporto urbano. Ne ha usufruito Alba con diverse opere, altri Comuni lungo la tratta e anche a Bra si è già verificato con la stazione di Bandito. Grazie quindi di cuore al ministro Delrio.

    Il quarto significato è che le stazioni sono tanto, ma non sono tutto. E dato che non c’è rosa senza spine, devo richiamare l’attenzione del gruppo FFSS sui numerosi problemi di puntualità che da tempo affliggono la tratta Bra-Alba (e a volte anche la tratta Bra-Torino). Dobbiamo sederci intorno ad un tavolo e studiare che cosa si deve fare per una soluzione, definitiva e non rattoppata, di questi problemi di affidabilità. E dobbiamo farlo prestissimo, coinvolgendo le persone in grado di decidere. Grazie quindi a tutti gli utenti e in particolare ai pendolari, ai quali troppo spesso tocca compiere l’esercizio della pazienza.

  • 23/01: l’importante lavoro della nostra Polizia municipale

    Alle 8.30 si tiene la riunione di giunta, in cui approviamo l’adesione ad un progetto per il contrasto alla povertà educativa minorile e impegniamo la cifra di 2.700 euro per le spese di rappresentanza: praticamente le abbiamo azzerate, e questo si basa sull’utilizzo intensivo che facciamo della nostra mensa (e dei suoi bravissimi cuochi) quando abbiamo degli ospiti. Inoltre deliberiamo la gratuità dei posteggi a pagamento per i possessori di auto elettriche o ibride (aderendo ad una proposta fatta qualche tempo fa dal consigliere Allasia), un intervento che si inquadra nella nostra politica amministrativa per la mobilità sostenibile.

    Durante la giunta facciamo due interruzioni: la prima per portare le condoglianze alle famiglie Scarzello e Tarditi che celebrano il funerale della mamma. La seconda per accogliere la delegazione congiunta dalla regione francese del Rhones-Alpes e dalla regione spagnola della Catalogna, che ci hanno individuato come esempio di ‘buone pratiche’ per le politiche abitative in città (foto).

    Alle 15.30 con Ugo andiamo a Roreto per il funerale della cara Maria Proglio, che ci ha lasciato a 96 anni. Alle 16 Fabio Curti partecipa al convegno Le sfide del turismo, che si tiene presso la nuova bella sede dell’Ascom. Io ricevo un professionista per urbanistica e poi una persona per motivi di lavoro.

    Alle 17 partecipo alla tradizionale conferenza stampa della Polizia municipale, ove il comandante Taba illustra con dati precisi la grande attività del nostro corpo, che ringrazio vivamente per l’impegno, che a volte richiede di mettere a repentaglio la propria persona. Dalla mole dei dati, che possono essere consultati anche sul sito comunale, estraggo solo alcuni flash (ma le attività compiute sono molto più varie). Dunque:

    • 84 violazioni ambientali accertate
    • 190 giorni di pattugliamento fino all’1 di notte
    • 137 reati denunciati alla magistratura
    • circa 17.000 infrazioni, di cui solamente 3.800 legate alla sosta
    • circa 5.000 violazioni delle ZTL (mediante telecamere).
  • 22/01: un ricordo per Maria Proglio, grande cuoca braidese

    Alle 8 con Ramello parliamo di ATO Acqua per le osservazioni, quindi passa l’amica Luana De Carlo che mi espone una serie di iniziative che ha in mente. A seguire vado dalla ditta Baratti & Milano, che oggi festeggia i 160 anni dalla fondazione: complimenti a questa azienda, che ogni anno non manca mai di contribuire con generosità all’abbellimento della nostra città. Quindi parto con Reinero per Torino: abbiamo appuntamento all’Assessorato regionale all’Urbanistica per degli approfondimenti sull’applicazione del Piano paesistico regionale recentemente varato.

    Alle 15 sono al funerale di Getto Raballo, porgo le condoglianze ai familiari. In ufficio incontro poi una persona per lavoro e parlo con Chianese delle procedure da seguire per le osservazioni al Piano d’ambito di ATO Acqua. Alle 17 sono ad Alba, dove l’ATL ha convocato una riunione con molti comuni, per valutare la partecipazione al bando regionale sulle piste ciclabili. Arrivo a casa dopo le 19 e preparo un po’ di cena per Ugo , anche lui giunto ad un altro compleanno, quello dei 67.

    Complimenti vivissimi a Fabio Carnebianca, medaglia d’oro (e non solo) ai campionati europei di JuJitsu svoltisi a Lisbona.

    Condoglianze a Lucetta e a tutta la famiglia per la scomparsa di Maria Proglio (foto), mitica (e non è un modo di dire abusato) cuoca-fondatrice del Boccondivino. Una persona speciale, che ha inventato qualcosa che prima non c’era: i tajarin fatti a mano con i 36 tuorli per chilo di farina, preparati e cucinati da Bra a New York. Io personalmente uso diverse volte un’altra sua ricetta indimenticabile: il risotto al dragoncello con il pomodo. Grazie Maria!

     

     

  • 19-21/01: la festa di San Sebastiano, Coloriamo la Città, l’associazione Amici di S.Chiara

    Venerdì 19

    Alle 8.30 con l’ing. Tallone vediamo la sistemazione della ‘casetta’ dell’acqua in piazza Giolitti, che la ditta ha in corso (mentre è sempre attiva la casetta di corso Monviso). Con Ramello parliamo delle osservazioni al Piano d’ambito di ATO Acqua, quindi passo a salutare i revisori dei conti che compiono la visita periodica. Bailo incontra le associazioni d’arma per preparare gli appuntamenti della Giornata della Memoria (27/1) e della Giornata del Ricordo (10/02). Con Borrelli e Fogliato incontriamo la responsabile del personale di Olicar, facendo il punto sulla situazione braidese al telefono con l’amministratore delegato: ne usciamo con l’impressione che sia ancora tutto da definire, con prospettive incerte per la sede braidese.

    Sono a pranzo alla mensa per i festeggiamenti della Polizia Municipale, con Bailo, Fogliato e Borrelli. Alle 18 partecipo alla messa ai Salesiani sempre per i nostri vigili.

    Alle 17 con Isu, Anna Conti ed i ragazzi di Coloriamo la Città incontriamo Daniela Franco, già presidente del Panathlon, che ci consegna la consistente somma di 600 euro, con cui finanzieremo altri interventi di abbellimento urbano. Un momento di incontro davvero simpatico con questi ragazzi (foto).

     

     

     

     

     

     

    Alle 21 due manifestazioni cui partecipo in modo alternato. Prima all’Auditorium Arpino, dove si festeggiamo i dieci anni del Calendario della scuola Salesiana. Poi al Polifunzionale, dove il circolo PD ha organizzato la presentazione del libro Disinformazia alla presenza dell’autore Francesco Nicodemo: un momento importante per capire le prospettive del sistema dell’informazione in Italia e nel mondo intero (foto).

    Sabato 20

    Alle 8.30 con Agata Comandè, presidente della Commissione Pari opportunità, parliamo della preparazione della mostra di Arte al Femminili (WAB) che si terrà a marzo e che si prospetta molto partecipata. Con l’assessore regionale Balocco, di passaggio a Bra, facciamo il punto sul tpl. Alle 10.30 si tiene la riunione per proseguire le attività di acquisizione del nuovo mezzo per i Vigili del Fuoco, con la ditta Rolfo, i Vigili e diversi assessori.

    Alle 17 con Bailo, Fogliato, Messa e Borrelli sono al concerto del maestro Alessandro Varlotta nel coro di Santa Chiara, sempre nell’ambito dei festeggiamenti per San Sebastiano (foto); nella chiesa c’è anche la mostra delle locandine degli ormai tradizionali concerti di San Sebastiano, preparata da Mattia Savigliano.

    Alle 19 Isu, Messa e Bailo partecipano all’Aperitivo letterario promosso dall’associazione Ichnusa, con la lettura di brani in dialetto sardo. Alle 20 Messa e Milazzo sono a San Michele per la cena benefica del Lions, il cui ricavato è destinato all’acquisto del nuovo mezzo dei Vigili del Fuoco: un grazie sentito a questa associazione, sempre in prima linea per supportare le esigenze della città.

    Domenica 21

    Alle 9 con Ferrero, Messa e Borrelli facciamo una riunione per vedere lo sviluppo del progetto per il tpl. A seguire con Borrelli ci rechiamo alla Madonna dei Fiori, dove in occasione della ricorrenza di Sant’Antonio don Sergio Boarino impartisce la benedizione dei cavalli e dei cavalieri (foto).

    Alle 16.30 partecipo alla prima parte dell’Assemblea annuale dell’associazione Amici di Santa Chiara e di padre Ettore. L’associazione si trova nella necessità di potenziare le proprie forze, anche tenendo conto che nel breve periodo si renderanno necessari consistenti interventi per la manutenziomne straordinaria della nostra bellissima chiesa. Ne approfitto per invitare tutti i braidesi ad aderire all’associazione: con la piccola somma di 10 euro all’anno si può (direi: si deve) contribuire alla conservazione di questo essenziale elemento del patrimonio artistico cittadino.

    Complimenti vivissimi alla nonna Marisa Costantino e ai genitori per la nascita di Elia. Felicitazioni anche ai neo-nonni Loredana e Matteo Morino e ai genitori per l’arrivo di Tommaso.

    Condoglianze a tutta la famiglia di Biagio Raballo, conosciuto da tutti come Getto, già presidente della Banda Musicale cittadina, improvvisamente scomparso.

  • 17-18/1: a Roma per l’Assemblea nazionale dell’ANCI

    Mercoledì 17

    Oggi è Sant’Antonio, auguri a tutti e tutte.

    Alle 8 parlo con Borrellli di alcuni bandi cui partecipare, quindi conferisco tre cittadinanze tutte a signore: un’albanese, una romena e una marocchina: dopo quindici anni di residenza in zona, si presentano con le proprie famiglie. A seguire con Chianese predisponiamo le informazioni da avere durante il mio viaggio a Roma di domani.

    Con Bailo riceviamo i responsabili dell’associazione Amici dei Giardini della Rocca: ci fanno un resoconto delle attività del 2017 e diverse proposte per il 2018, li ringraziamo di cuore per il loro lavoro volontario, che fa crescere la vitalità del nostro bellissimo giardino. Alle 11 proseguo con Bailo parlando delle prossime attività sulle sue deleghe. Alle 16.30 parto per andare in treno a Roma, mentre Ferrero si reca a Saluzzo per un incontro sul tpl con l’assessore regionale Balocco.

    Giovedì 18

    A Roma dedico la giornata a partecipare all’Assemblea annuale dell’ANCI, che discute fra l’altro del proprio bilancio di previsione e delle proposte programmatiche da sottoporre alle forze politiche per le prossime elezioni. Ne approfitto anche per parlare con un funzionario dell’ANCI di alcune questioni relative al bilancio del Comune. Nel pomeriggio vado al Ministero degli Interni per seguire una pratica di finanziamento piuttosto complessa. Riparto alle 17 e arrivo a casa che si sono fatte le 22.30.

    A Bra alle 11 Messa celebra un matrimonio. Bailo partecipa a Palazzo Mathis all’inaugurazione della bella mostra degli allievi del corso di grafica dell’Istituto Mucci. Inoltre si tiene una riunione con Ferrero, Messa, i nostri funzionari, l’assessore regionale Balocco e l’ing. Grassi di RFI, per valutare la possibilità di prossimi finanziamenti per opere ferroviarie.

  • 15-16/1: manutenzioni alla pista di atletica e al campo di calcio di Madonna Fiori

    Lunedì 15

    Oggi è San Mauro, auguri a tutti e a tutte.

    Alle 8 incontro Daniele Chiavazza per discutere degli interventi del 2018 dei Volontari di Bandito, quindi parlo con l’arch. Berrino dei lavori alla piccola area verde davanti alla stazione. Ricevo un collaboratore che chiede informazioni sulla mobilità lavorativa, quindi con Claudia ci dedichiamo a sistemare posta e documenti. Ricevo un operatore per una pratica urbanistica e poi una persona per motivi di lavoro.

    Alle 16 con Ferrero incontriamo l’ex-assessore provinciale Botto per vedere la questione della pista ciclabile sulla ferrovia dismessa da Cherasco a Ceva. Insieme a Borrelli e ad un tecnico facciamo approfondimenti per la preparazione del progetto per il recupero dello stabile di via Solferino, per il quale parteciperemo ad un bando nazionale. Infine incontro il presidente del Coabser Valsania, con cui parliamo delle legge regionale sui rifiuti approvata di recente e delle conseguenze gestionali che essa comporta.

    Martedì 16

    Oggi è arrivato dalla Regione Piemonte un contributo di 25.000 euro per la manutenzione idraulica del Rio Laggera (vicino a Pollenzo). Inizio alle 8 parlando con Reinero di una pratica urbanistica, quindi con tutta la giunta siamo all’avvio del Consiglio comunale dei Ragazzi (foto), coordinato da Cornaglia, che elabora proposte per la Mobilità sostenibile.

    Segue la riunione di giunta, che delibera lavori all’impianto elettrico della Biblioteca e la sostituzione dello schermo cinematografico all’auditorium Arpino. Inoltre si discutono molti argomenti legati a scuole, manifestazioni ed uso delle strutture pubbliche. Il resto della mattinata lo dedico a rispondere a lettere e a firmare varie cose, fra cui un TSO (Trattamento Sanitario Obbligatorio).

    Alle 16 parlo con Smareglia di prossime iniziative per i tirocini formativi, quindi incontro una persona per lavoro e poi il revisore dei conti di ATO Acqua dott. Marengo. Alle 17 parlo con Borrelli di varie cose delle sue deleghe, quindi con Borrelli, Messa ed i tecnici facciamo il punto sull’impiantistica sportiva, in particolare per il rifacimento della pista di atletica e la manutenzione del campo di calcio esterno alla Madonna dei Fiori. Infine con Messa vediamo alcuni lavori in corso.

    Vive felicitazioni ai neo-nonni Annalisa Rossi e Gianni Carbone e alla mamma Lucrezia per la nascita di Filippo .

     

  • 13-14/1: la consegna dei diplomi nelle scuole braidesi

    Sabato 13

    Oggi è Sant’Ilaria, auguri a tutte.

    Alle 8.30 facciamo una riunione di ‘giunta politica’ per la programmazione dei lavori di questo 2018. Alle 10 mi reco in Rolfo, dove viene firmato il contratto per l’acquisizione del nuovo automezzo dei Vigili del Fuoco e vengono discusse questioni tecniche con la presenza anche del responsabile VVFF Mariano, che ringrazio per la sempre preziosa collaborazione: su questa importante iniziativa abbiamo raccolto una somma rilevante ma dobbiamo continuare. Alle 10 Cravero e Fogliato sono al Liceo classico-scientifico, per la cerimonia della consegna dei diplomi. Io alle 11 incontro progettista e operatore per una pratica urbanistica, quindi con quasi tutta la giunta ci rechiamo a Cherasco per portare le condoglianze a Fabio Curti per la scomparsa del papà.

    Alle 16 mi reco all’Istituto Tecnico Guala con Fogliato: anche qui c’è la consegna dei diplomi (foto), per me è un’occasione per tornare nella scuola che è stata “la mia” sia come allieva che come insegnante per lunghi anni, ritrovo ancora insegnanti con cui ci conosciamo da sempre.  Dopo le 17 con Cravero facciamo il punto sulle sue deleghe. Alle 18 Fogliato e Conterno sono al Liceo, per la bella manifestazione I colori del Liceo, un’originale e vivacissima versione della ‘scuola aperta’, che coinvolge tanti genitori e studenti.

    Domenica 14

    Alle 9.30 faccio colazione con un’amica con cui scambiamo un bel po’ di chiacchiere. Alle 10.30 sono alla Madonna dei Fiori, dove si celebra la messa per il primo anniversario della scomparsa di Filomena Belardo. Concludo la mattinata incontrando ancora una persona per ragioni di lavoro. Il pomeriggio è dedicato al riposo, alla lettura e a qualche lavoretto domestico.

  • 12/01: a Torino per l’Assemblea nazionale degli amministratori PD

    La ditta Bra Servizi ha ottenuto il “rating di legalità” dall’Autorità Garante della concorrenza e del mercato: complimenti vivissimi a Giuseppe Piumatti e a tutti i collaboratori per questo importante risultato.

    Alle 8 vediamo una pratica urbanistica con Reinero, poi con Saglia, Berrino e Perno parliamo di alcune pratiche da inviare alla Sovraintendenza.  A seguire con la funzionaria della Sovraintendenza giunta da Cuneo facciamo alcuno sopralluoghi, fra cui quello per l’illuminazione del piazzale davanti alla stazione ferroviaria.

    In mattinata Borrelli si reca a Cuneo per partecipare ad una assemblea pubblica della CGIL dedicata alla situazione economica ed occupazionale della provincia di Cuneo (la nostra amministrazione viene ringraziata per la partecipazione). Io parlo con Tibaldi di trasporto locale, poi con Chianese facciamo il punto sull’organizzazione del lavoro amministrativo.

    Alle 15.30 con Ugo partiamo per Torino, dove al Lingotto si svolge la prima giornata dell’Assemblea nazionale degli amministratori del Partito Democratico (c’è anche Borrelli). Oltre all’intervento del presidente del Consiglio Gentiloni, ho apprezzato molto la relazione introduttiva del responsabile degli enti locali, il sindaco di Pesaro Matteo Ricci (foto), che è stato molto efficace nel mostrare i numerosi passi avanti che sono stati compiuti in questi anni dai governi nel rapporto con gli enti locali e in particolare con i Comuni: basti pensare allo stop ai tagli di bilancio, all’eliminazione del Patto di Stabilità, allo sblocco del turn-over dei dipendenti, al Piano per il rinnovo dell’edilizia scolastica e a quello per la riqualificazione delle periferie urbane. A seguire una lunga serie di sindaci di tutta Italia, in prevalenza giovani o quasi-giovani, e comunque gente che -prima di arrivare a questa carica- ha fatto l’indispensabile gavetta, acquisendo un’esperienza che li rende molto diversi dagli improvvisati ed impreparati (seppure pochi) sindaci del M5S, che stanno dando pessima prova di sè. Basti pensare che solo ieri i revisori dei conti della città di Torino si sono dimessi in blocco, accusando l’amministrazione Appendino di indebite pressioni, un fatto gravissimo.